Matera Cambia - Movimento Politico per Matera ISCRIVITI
HOME       CONTATTI  
MATERA CAMBIA!      PROGRAMMA PER MATERA      MEDIA E INFORMAZIONI    
         
 
MATERA CAMBIA!
Politica attiva Pagina 10 di 12  Pagina Precedente | Pagina Successiva
 
 
Il Movimento Matera Cambia
Politica attiva
Beni Culturali
Il Candidato Sindaco
 
Iscriviti alla newsletter ISCRIZIONE NEWSLETTER
Invia questa pagina ad un amico INVIA QUESTA PAGINA
Cerca nel sito CERCA NEL SITO
 
 
Etica dei valori?   10/11/2010
Il 6 novembre scorso si è appreso (fonte: http://www.iltribuno.com/articoli/201011/basilicata-rosa-mastrosimone-rinviata-a-giudizio.php ) che l’Assessore alla Formazione, Cultura e Sport della Regione Basilicata, Rosa Mastrosimone, neosegretaria dell’Italia dei Valori di Basilicata, sarebbe stata rinviata a giudizio per abuso d’ufficio (art. 323 del codice penale), insieme all’allora Presidente della Regione ed altri 4 ex consiglieri regionali, per aver affidato nel 2005, quando faceva parte dell’Ufficio di Presidenza , una consulenza esterna all’avvocato Paolo Albano ritenuta perfettamente inutile dai magistrati potentini.

Se tale notizia fosse confermata, la Sig. Mastrosimone deve immediatamente rassegnare le dimissioni dall’incarico assessorile oltre che dal partito di Italia dei Valori.

Lo prevedono gli articoli 1 e 2 del Codice Etico dell’Italia dei Valori (disponibile all’indirizzo http://www.antoniodipietro.com/documenti2/Codice_etico_idv.pdf ).


Questi articoli chiaramente dispongono che "decade automaticamente dall’iscrizione all’IDV" ed è "tenuto alle dimissioni" l’iscritto ad IDV, titolare di "incarichi assessoriali", per il quale "sia stato emesso decreto che dispone il giudizio" (rinvio a giudizio), per reati tra i quali quelli contro la pubblica amministrazione (come l’abuso d’ufficio).

Chiediamo quindi che l’assessore Mastrosimone si dimetta dall’incarico assessorile, da iscritta e segretaria di IdV, in ottemperanza al Codice Etico del suo partito, esprimendo contestualmente la certezza che saprà dimostrare la sua assoluta estraneità ai fatti che le vengono contestati.

 
     
  www.materacambia.it